PLANTARI BIOMECCANICI E POSTURALI

Plantari biomeccanici e posturali Genova

plantari

PLANTARI BIOMECCANICI E POSTURALI – COSA SONO

I plantari sono ortesi, che possono essere prescritte dal Podologo, nonché da Medici specialisti in Ortopedia, Fisiatria o Medicina dello Sport. Occorre distinguerne varie tipologie.

I PLANTARI BIOMECCANICI

I plantari biomeccanici sono i plantari classici, realizzati a partire da un’impronta dei piedi che può essere bi- o tridimensionale, compensano squilibri o deformità strutturali che provocano dolori localizzati al piede o ad articolazioni sovrastanti.

Con materiali tra i più svariati, e spessori che attuano sul sistema osteo-articolare (> 4-5 mm), forniscono ai piedi un appoggio confortevole in grado di scaricare zone plantari dove il carico risulta eccessivo, o modificano l’asse del retropiede agendo indirettamente su tutto il resto del corpo.

I PLANTARI POSTURALI

Agiscono sulla sensibilità più fine della pianta dei piedi (considerati i principali recettori del corpo insieme agli occhi) attraverso spessori inferiori a 5 mm., inviando informazioni al cervello che risponde con riflessi posturali e cambi di posizione. Diversamente dai plantari biomeccanici, hanno come obiettivo il riequilibrio della postura, agendo direttamente sulla causa che ha determinato un dolore o una disfunzione piuttosto che sul dolore stesso. Attraverso la stimolazione della pianta del piede, quindi, possono lavorare sulla esterocezione (percezione data dai recettori che si trovano tra 1-3 mm. di profondità) o sulla propriocezione (3-5 mm. di spessore).

A CHI SONO UTILI

I plantari posturali possono essere utili a bambini, adulti, anziani, soggetti sedentari, sportivi: ogni volta che la persona presenti l’alterazione di uno o più recettori del corpo che provochino il disequilibrio del sistema posturale, e si voglia attuare una ricalibrazione fine e globale.

I plantari biomeccanici sono d’aiuto nei casi in cui la struttura del piede, per deformità rigide, patologie reumatiche o a rischio, vada compensata con ortesi in grado di sostenerne fedelmente l’orma e accompagnarla con materiali che assicurino comfort e tollerabilità.

COME SI SVOLGE

La valutazione del soggetto avviene attraverso un’attenta anamnesi, cui seguono test articolari e neuromuscolari, l’esame dei diversi recettori del corpo, lo studio della marcia, l’analisi della stabilità della persona, test posturodinamici che relazionano lo stato della postura con quello del tono muscolare; prosegue con la rilevazione computerizzata dei carichi podalici nella fase statica e durante le diverse fasi del passo. L’esame palpatorio può aiutare ad individuare punti precisi di dolore e ad affinare la diagnosi del problema. Infine, se la realizzazione delle ortesi plantari è necessaria, il Podologo provvede a rilevare l’impronta dei piedi attraverso una pedigrafia bidimensionale o un calco tridimensionale.

CHI, DOVE E QUANDO

La nostra referente per i Plantari è la Dott.ssa Federica Vassallo, che opera presso Studio Zara 19 come libera professionista.

Gli appuntamenti individuali vanno concordati direttamente con il Professionista. Per ulteriori informazioni e per poter essere messi in contatto con l’Operatore, inviare una mail utilizzando il modulo sottostante, oppure contattare il numero 0108063678.